lunedì, giugno 18, 2007

Parenti serpenti? Cenate coi vicini.

a Parigi sono all'ottava edizione e la chiamano la fête des voisins. da Parigi si è anche diffusa in altre città del nord Europa e non solo. si riuniscono l'ultimo martedì di maggio e hanno tanto di sito.

noi la chiamiamo la cena del cortile. portiamo in cortile tavolo e sedie dalla casa del vicino-perfettino e allestiamo il banchetto condominiale. basta che sia bello e che non ci siano (troppe) zanzare. una serata di inizio estate e una di quasi autunno. il resto viene da sè. le sedie spaiate che più spaiate non si può. candele e lanterne. menù improvvisato e vino buono. tovaglia di stoffa e bicchieri del servizio buono. il cortile si illumina e chiacchiera, poi prima di mezzanotte si sparecchia e tutto torna come prima. come la carrozza-zucca di Cenerentola.

ieri sera menù a base di funghi e focaccia portata in mattinata dal mare e torta salata che tutta la scala profumava ancora. tradizione vuole che si finisca con lo zabaione, quello vero, della gelateria che lo fa più buono in città.
piani quinquennali di gestione del giardino e vicino semi-sbronzo già al terzo bicchiere fanno parte di un consolidato copione.

PS sembra proprio che l'anno prossimo in giardino pianteremo angurie

3 Comments:

Blogger Justine said...

che bello! I miei vicini hanno in media (n.b. MEDIA) 87 anni e la maggior parte di loro non riesce neanche a deambulare da solo. Però se riuscissero ad avere un momento di lucidità sarebbe interessante cnare con loro chissà quante storie "prima della guerra qui era tutta campagna" ci potrebbero raccontare :-)

12:00 AM  
Blogger franci&mini said...

Quando vivevo a Parigi facevamo la festa della corte, molte case hanno la corte interna, con tutti i vicini di "finestra" si mangiava insieme, bellissimo.
Adesso in Svizzera quello che faccio con i vicini é quattro chiacchere sugli scalini o da finestra a finestra (quando l'invasione di piante permette)... modi diversi d'interagire...

:)

1:29 AM  
Anonymous una testa a pois said...

nel mio quartiere a firenze c'è stata la festa della via.

candele profumate e antizanzare sui marciapiedi, bande di percussionisti e fiati, tavoli improvvisati al centro, vino a scroscio e tante persone vocianti.

ovviamente io me ne stavo rinchiusa dal vicino, quello che ha la finestra sul cortile interno: dite che sono un po' troppo introversa?

8:23 AM  

Posta un commento

<< Home